Disinfestazioni calabroni: come distruggere un nido di calabroni

Disinfestazioni calabroni

Disinfestazioni calabroni“: come distruggere un nido di calabroni?

Se state cercando un metodo per disinfestazioni calabroni, vespe ed altri insetti pericolosi leggete questo articolo.

I calabroni

Il calabrone, o vespa crabro, è il più grosso vespoide del continente europeo e del nordamerica.

Ha un colore bruno rossiccio con strisce o macchie gialle, la grandezza varia da 20-25 mm per i maschi e le operaie, mentre la regina può raggiungere i 35 mm di lunghezza.

È un insetto predatore di altri insetti, quindi carnivoro, ma può nutrirsi anche di frutta soprattutto nettari zuccherini. I calabroni sono spesso nocivi perché si nutrono di api domestiche e provocano danni alle arnie e alla produzione di miele.

I nidi dei calabroni si riconoscono perchè sono realizzati utilizzando fibre vegetali impastate con la saliva dell’insetto, esternamente hanno una forma sferica e possono contenere da 100 a 300 insetti.

Questo insetto si muove principalmente di giorno e di notte è attirato dalle luci artificiali. Non manifesta particolare interesse per l’uomo ma diventa aggressivo in prossimità del proprio nido. Solo la femmina è dotata di pungiglione e costituisce una minaccia concreta per l’uomo se allergico al veleno di questi insetti.

Come allontanare i calabroni

Vediamo alcuni tipi di trappole per calabroni.

Come per le vespe è possibile costruire delle trappole casalinghe che utilizzino dei contenitori e delle sostanze vischiose molto dolci, come il miele.

Un’opzione più costosa è una trappola con contenitore per l’esca, un liquido in cui il calabrone annega, dotata di un coperchio che consente l’ingresso ma non l’uscita dell’insetto.

In commercio si possono acquistare anche delle luci con griglia folgorante e ventola, oppure delle trappole meccaniche passive, utilizzate principalmente gli apicoltori.

All’interno delle abitazioni, invece, è indispensabile usare i veleni per un risultato maggiore, più affidabile e duraturo.

Come eliminare i calabroni

Se dopo un’attenta valutazione si decide che è necessario contenere il numero di questi insetti, dopo aver individuato il nido è necessario segnalarlo alle autorità competenti.

Se il nido è di piccole dimensioni potete provare ad eliminarlo da soli seguendo alcune precauzioni:

  • Individuare il nido e la sua apertura;
  • Indossare indumenti protettivi, pantaloni e maniche lunghe, guanti e, se possibile, il casco;
  • Acquistare un insetticida che abbia un getto di almeno 4 metri;
  • Di notte o all’alba spruzzare il prodotto nel nido mantenendo una distanza di sicurezza;
  • Dopo qualche giorno, controllare di nuovo il nido e, se necessario, applicare di nuovo il prodotto.

Consigliamo molta attenzione nell’eseguire queste operazioni e, se non vi sentite sicuri, potete ricorrere ad una ditta di disinfestazione.

È importante rivolgersi a degli specialisti nel caso in cui:

  • il nido sia posizionato in zone in cui il getto del veleno non arriverebbe bene;
  • in luoghi molto alti;
  • sui tetti;
  • nel caso in cui il nido sia di grandi dimensioni.

Le imprese specializzate in disinfestazione dispongono delle giuste strumentazioni che consentono di operare in sicurezza e ottenere un risultato più efficace e duraturo.

È importante rivolgersi a dei professionisti che sanno intervenire e rimuovere il nido nel pieno rispetto delle regole previste dalla legge e procedano allo smaltimento dello stesso. Le ditte specializzate utilizzano prodotti efficaci e nel rispetto dell’ambiente circostante.

Al termine della bonifica la ditta provvederà a rimuovere il nido e sigillare le fessure dove gli insetti hanno nidificato per impedire di crearne un nuovo nido.

Se hai rilevato un nido di calabroni visita il nostro sito o contattaci, saremo lieti di aiutarti!

Leave A Reply

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto