La derattizzazione

Proteggere la salute e il proprio lavoro con la derattizzazione

Sia nelle aree urbane che in quelle rurali il problema della presenza di topi e ratti è particolarmente presente, per questo motivo la derattizzazione risulta essere il modo più efficace per risolverlo e riportare in condizione di salubrità gli ambienti. Liberarsi di ratti e topi non è un’operazione che si può svolgere in autonomia, esistono normative e tecniche specifiche che permettono di salvaguardare la salute delle persone come l’ordinanza del 10 febbraio 2012 del Ministero della Salute riguardante le norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati. Le patologie legate alla convivenza con i topi sono diverse. La leptospirosi è la malattia più comune che veicola attraverso i roditori, i sintomi possono essere lievi come febbre e mal di testa ma anche più gravi come emorragie e meningite. La presenza di ratti e topi negli ambienti frequentati dall’uomo può portare anche altre malattie più gravi: 

  •  la rabbia
  •  la salmonellosi
  •  la peste
  •  il tifo murino (simile alla peste i cui sintomi sono febbre, ulcere e gonfiore)
  • la coriomengite linfocitaria (che si trasmette attraverso il morso del topo e ha sintomi caratteristici della meningite, come febbre, nausea e rigidità della nuca)

Liberarsi dei topi quindi non è solamente una necessità pratica per evitare i danni che questi animali provocano ma è soprattutto una necessità per preservare la salute per cui è necessario agire attraverso l’ausilio di attrezzature e prodotti ad alta tecnologia, e di personale qualificato in possesso dei requisiti tecnico-professionali nel settore. 

Servizi di derattizzazione

La derattizzazione è un’operazione che richiede esperienza e uno studio preventivo, infatti esistono diversi tipi di roditori “domestici” con abitudini e tecniche di eliminazione differenti. In generale sono per lo più notturni e tendono a spostarsi al chiuso, in zone più calde durante la fine dell’autunno, tornando all’aperto alla fine della primavera o all’inizio dell’estate. Dal ratto dei tetti al topo domestico tutti lasciano segni chiari della loro presenza come frutta danneggiata, gusci di lumaca rotti sotto i cespugli e segni di rosicchiamento alla presenza dei quali è opportuno contattare esperti nel settore per procedere ad una valutazione sulle necessità e sul tipo di intervento da effettuare.

Prodotti per derattizzazione

L’indicazione di zona derattizzata segnala la presenza di esche o di agenti chimici talvolta nocivi per la salute dell’uomo che sono stati utilizzate per bonificare una certa area dalla presenza di topi e ratti. A seconda delle esigenze però esistono diverse tecniche per come derattizzare alcune delle quali consistono in metodi di derattizzazione ecologica , che non prevedono l’impiego di veleno per topi e/o esche tossiche. Inoltre si può anche utilizzare un derattizzatore ad ultrasuoni che corrisponde orientativamente al moderno “pifferaio magico” scacciando gli animali grazie a onde sonore che rilasciando una frequenza superiore a quella udibile dall’orecchio umano, provocano la morte dei roditori.

 

Leave A Reply

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto